Consuntivo 2009 Primo anno di attività del collegio

È stato un anno molto denso che ci ha visti impegnati su molteplici fronti non solo per cercare di rispettare il preventivo 2009 ma anche per “imparare” a gestire il Collegio.
Commissione rapporti con gli iscritti.
Ci eravamo posti essenzialmente tre obiettivi: rinnovare e curare la rivista, stipulare convenzioni ed agevolazioni, proporre momenti di incontro e scambio con gli iscritti anche sui posti di lavoro.
Rivista: In questo primo anno di attività, la commissione ha sentito la necessità di concentrare le forze nel rinnovare la rivista, facendole assumere la forma di un sintetico foglio informativo: “Il Veliero”: fresco, aggiornato e di facile ed immediata lettura. E’ stata una sfida impegnativa, stimolante e gratificante; sempre aperta nel costruire un notiziario che soddisfi i bisogni degli iscritti. Crediamo che “Il Veliero” possa essere sospinto solo dal soffio di tutti gli iscritti, attraverso il loro contributo, affinché possa diventare davvero un valido servizio. Molti colleghi hanno inviato scritti di notevole valore ed interesse professionale che sono stati lanciati dalla rivista e pubblicati sul sito.
Stipulare convenzioni ed agevolazioni per gli iscritti, sul sito sono pubblicati gli enti che hanno aderito alla progetto ma stiamo lavorando per ampliare la rosa di proposte.
Momenti di incontro e scambio con gli iscritti anche sui posti di lavoro, le iniziative precedenti hanno assorbito totalmente il gruppo di lavoro che non ha potuto rispondere a questo punto. In parte si è cercato di supplire grazie all’iniziativa che prevede che ogni primo lunedì di ogni mese dalle ore 18 alle ore 20 è attivo presso la sede del Collegio uno sportello dove il Vice Presidente è a disposizione di tutti gli iscritti per quesiti, chiarimenti o confronti relativi all’esercizio della professione.
Commissione tutela e regolamentazione della professione per liberi professionisti e infermieri stranieri.
Libera professione, il gruppo di lavoro ha iniziato il suo percorso cercando di conoscere la situazione della libera professione nella provincia di Varese tramite la costituzione di un albo di infermieri liberi professionisti e relativi recapiti da mettere a disposizione di chi volesse richiedere prestazioni infermieristiche. L’albo comparirà sul sito del Collegio, e sarà inviato alle farmacie grazie ad un accordo stipulato con l’ordine dei farmacisti. Abbiamo aderito alla proposta del coordinamento dei Collegi Lombardi di rinnovare il “nomenclatore tariffario” delle prestazioni infermieristiche, che rappresenta uno strumento adeguato ed aggiornato per i liberi professionisti e per chi usufruisce delle loro prestazioni, il nomenclatore è pubblicato sul sito ed e la sua pubblicazione è stata resa nota ai liberi professionisti, alle aziende sanitarie della provincia e all’ordine dei medici. Grazie all’aiuto dei colleghi del Coordinamento Lombardo sono state pubblicate le indicazioni specifiche circa lo svolgimento della libera professione in particolare: gli obblighi per esercitare, le diverse modalità di esercizio e le normative di riferimento.
Per quanto riguarda gli infermieri stranieri, in questo anno sono state stabilite 5 sessioni d’esame per l’accertamento della conoscenza della lingua italiana e delle disposizioni che regolano l’esercizio professionale in Italia. I candidati che hanno sostenuto e superato con esito positivo questo esame sono stati 12 i non idonei 3
Commissione rapporto con le Istituzioni
Con l’obiettivo di rendere il collegio e gli infermieri visibili sul territorio di appartenenza, e di proporsi come gruppo attivo ed integrato, facendosi conoscere e valutando le richieste ed aspettative che da queste vengono sottoposte al collegio e quindi valutare la possibilità di partecipazione con i singoli istituti ed enti.
Primo passo di questa commissione è stato quello di mappare il territorio varesino al fine di conoscere quali associazioni, RSA, case di cura, Aziende Sanitarie, Asl e comuni sono presenti. Il risultato è stato molto interessante e la risposta delle istituzioni massiva soprattutto dalle RSA e case di riposo, più dell’80% di esse ha risposto, il 45% dei comuni e la quassi totalità delle associazioni, la provincia di Varese è risultata davvero ricca da un punto di vista assistenziale e sanitario. Il secondo passo è stato quello di contattare le istituzioni per farci conoscere e dare la disponibilità di collaborazione per eventi e corsi.
Sono state poi contattate tutte le istituzioni nelle quali sono presenti degli infermieri al fine di sapere se questi sono effettivamente iscritti ad un collegio, come richiesto dalla legge. A tutt’oggi una buona parte delle associazioni e delle case di cura ha prontamente risposto mentre meno solerti sono state le Aziende Sanitarie.
Commissione sviluppo professionale e formazione continua
Il gruppo di lavoro è finalizzato alla progettazione ed organizzazione di corsi di aggiornamento.
Con giornata di studio dal titolo “ECM: Obbligo o opportunità. Come costruire il proprio dossier formativo”, tenutasi a Varese il 29 aprile 2009, con l’obiettivo di sostenere ogni iscritto nello sviluppo del proprio portfolio di competenze.
Rispondendo al mandato della Federazione Nazionale in autunno è stato proposto agli iscritti un corso di formazione dal titolo: “Il codice deontologico dell’infermiere: la responsabilità professionale e la relazione con la persona assistita”, tenutosi in tre edizioni a Tradate, Luino, Varese.
Entrambi gli eventi hanno riscosso un notevole gradimento da parte degli iscritti, sia per la scelta dell’argomento sia per la qualità formativa.
Riguardo Istituire una borsa di studio annuale per i neolaureati meritevoli che si iscrivono al collegio IPASVI di Varese: questo obiettivo è stato preso in considerazione durante l’attività della commissione del 2009 ma non è stato raggiunto…
Commissione Web
Ha rinnovato in toto il sito Web che è stato presentato all’assemblea annuale 2009, lo ha mantenuto aggiornato con cadenze mensili e quando è stato necessario ogni 15 giorni, cambiando l’articolo di fondo, quello posizionato in homepage e aggiungendo notizie ed eventi. Nella prima fase, quella di costruzione del sito, l’agenzia I.T.S. Planet Srl, ha dato un ottimo apporto tecnico, formativo, idealistico, apporto che lentamente è andato riducendosi, soprattutto durante il periodo estivo, tanto che la commissione ha preso in toto la gestione dello spazio Web, rivolgendosi solo in casi eccezionali all’agenzia stessa.
La piattaforma Virtual ECM: ottimo strumento di facile utilizzo sia dal punto di vista dei gestori (Commissione Web) che degli utenti, (Colleghi), questa ha però manifestato come criticità dettata la ridotta adesione dei colleghi.
Dal 12.aprile 2009 al 12-aprile 2010 ci sono stati 12.935 visitatori, (valore assoluto di visitatori; di cui 7.865 visite dirette (utenti che conoscevano l’indirizzo Web); 63.042 visite di pagina (lo stesso visitatore ha visitato il sito, o la pagina del sito più volte). La home page, e la pagina formazione continua sono quelle maggiormente visionate dai visitatori, al terzo posto come numero di visite è la pagina riguardante le opportunità di lavoro.
Il collegio si è impegnato anche a rispondere alle esigenze legali degli iscritti, l’avvocato e il commercialista hanno risposto alle richieste ed incontrato gli iscritti che ne hanno fatto richiesta.
È stata compiuta una selezione degli iscritti morosi allo scopo di ridurre al minimo il debito di questi infermieri nei confronti del collegio. Sono stati convocati in collegio ed una volta chiarita la loro posizione è stato richiesto il pagamento delle quote arretrate pena la cancellazione dall’albo. L’obiettivo del 2009 è stato quello di contattare tutti i professionisti con almeno tre anni di morosità e risolvere questa situazione col pagamento o la cancellazione. Questo obiettivo è stato raggiunto. Così che 2010 sono rimasti solo professionisti con uno o due annualità di morosità.
Nel 2009 si è ricostituito il Coordinamento dei Collegi Lombardi ,di cui sono segretario, con lo scopo di porre un unico fronte nella relazione con la regione Lombardia e con la federazione Nazionale a favore della professione. Le tematiche proposte per il triennio sono state: Carenza infermieristica, intervenendo nell’osservatorio regionale riguardo il fabbisogno regionale e formulando la richiesta di ampliare i numeri di studenti per il corso di laurea in infermieristica, preservando però la qualità formativa.
Rafforzare i rapporti con le istituzioni regionali, partecipando attivamente ai tavoli tecnici.
Elaborazione di progetti concreti, quale il protocollo d’intesa regione-università-aziende, riguardante principalmente la formazione universitaria.
Uniformare le metodiche e la documentazione dei Collegi, istituendo corsi ad hoc per il personale amministrativo.
Uniformare le metodiche d’esame per gli Infermieri provenienti dall’estero
Promozione dell’immagine professionale nei confronti del cittadino, nel settembre 2009 è stato effettuata la conferenza dal titolo: “Perché gli infermieri rimangono invisibili? Strategie per far sentire la voce della professione” nella quale è intervenuta la giornalista e sociologa americana Suzanne Gordon.
A livello nazionale siamo stati coinvolti nella stesura del pronunciamento che la federazione ha emanato riguardo la questione fine vita, partecipando attivamente nella formulazione e durante la conferenza stampa. Inoltre abbiamo presenziato a tutti e 7 Consigli Nazionali, la corso di formazione per cariche, consiglieri e revisori dei conti istituiti nel giugno 2009.

Disponibile il nuovo numero di
ottobre – dicembre 2022

Consulta i corsi.

Formazione a distanza con crediti ECM.