Le fragilità nella privazione della libertà: un nuovo approccio assistenziale – 25 maggio 2016 – Pavia

I bisogni sanitari e socio sanitari che emergono oggi nella società, in virtù dei cambiamenti demografici, determinano un aumento esponenziale delle cosiddette persone “fragili”, ciò comporta un continuo adeguamento dei saperi e sviluppo di competenze e una forte dose di permanente umanizzazione delle cure. E’ proprio sulla base di queste premesse che si struttura e costruisce il presente Progetto; un percorso formativo rivolto prevalentemente a quelle figure professionali più prossime a queste Persone e bisogni, particolar modo Infermieri e Operatori Socio Sanitari. Oltre ai contenuti tecnici ed esperienziali, il percorso mira a stimolare la riflessione sulle diverse e differenti condizioni umane, che spesso si presentano con un unico volto, il volto del disagio, fuori e dentro le realtà ospedaliere. Contesti che comportano incontri e confronti, fra persone con culture, storie e vissuti molto differenti fra loro, le cui risposte, necessitano di una cultura dell’accoglienza e della solidarietà. Pensiamo che ri-progettare l’assistenza infermieristica dando particolare rilievo alla componente educativa, possa favorire e accelerare il processo di cambiamento in atto oltre che dare un spinta propulsiva e innovativa in termini di concretezza, all’interno del più ampio contesto delle politiche di welfare.

 ACCREDITATA BROCHURE SECONDA AREA TEMATICA 25 Maggio 2016

Disponibile il nuovo numero di
ottobre – dicembre 2022

Consulta i corsi.

Formazione a distanza con crediti ECM.