Prendersi cura con mani sapienti. Il contatto gentile e il gesto di cura – Padova, 29/10//2019

Il Contatto e il gesto di cura rappresentano un percorso di sensibilità, di coscienza a livello psichico e corporeo, di apertura alla percezione, alla consapevolezza del proprio corpo come strumento che ci contiene per incontrare la persona assistita, ma anche come possibilità di trasmettere, rassicurare, far sentire la presenza attenta.
E’ un’integrazione della corporeità, con il sentire del cuore, delle emozioni, dell’intelletto, al fine di superare le difficoltà corporee e alleviare le tensioni in modo armonico, portando sollievo, unità e integrità.
Tutto inizia dal proprio benessere, dal recuperare la grazia naturale del movimento espressivo in connessione con la capacità affettiva, dal rafforzare la propria identità corporea, imparando a ricevere e a dare, a prendersi cura di se stessi e a rapportarsi con le persone con bisogni/problemi di salute con più presenza e affettività in modo gentile e sapiente.
Al professionista sanitario e sociale è richiesto oggi di acquisire forme di comunicazione più ampie, sviluppando autenticità, sensibilità e un approccio corporeo presente e accogliente.
L’obiettivo della proposta formativa è di favorire la relazione, la cura del “gesto e del tocco che nutre”, nel rapporto con l’utente, sviluppando il senso del tatto ed enfatizzando l’uso del canale non verbale.

2019-10-29 MOT3 contat Locandina Padova al 2019-06-06 CR12,8 3p

Disponibile il nuovo numero di
ottobre – dicembre 2022

Consulta i corsi.

Formazione a distanza con crediti ECM.